Jack Black: la vita e la carriera di uno dei più famosi comici contemporanei

Attore, comico, doppiatore, musicista e cantante. Tutto ciò in un uomo di soli 49 anni che, riuscendo ad avere un grande impatto sul pubblico grazie alle sue sopracciglia espressive, difficilmente si può  dimenticare. Questo è Jack Black.

Nasce nell’agosto del 1969 a Santa Monica, una città della contea di Los Angeles. I genitori divorziano quando Jack aveva 10 anni e questo repentino cambiamento nella sua vita lo condanna a crescere come un ragazzo problematico. Per rimetterlo in riga, la madre lo iscrive ad una scuola privata di Culver City. Durante questo periodo, incoraggiato da un suo insegnante, si avvicina alla recitazione e nel frattempo, all’età di 13 anni, appare in uno spot pubblicitario del videogioco Pitfall!. Successivamente, Jack frequenta l’Università della California dove incontra Tim Robbins, il quale lo porterà per la prima volta, seppur in un ruolo minore, a recitare nel film Bob Roberts. Ed è quest’amicizia e collaborazione che ha segnato l’inizio della carriera recitativa di Jack Black.

Jack Black è il protagonista della commedia romantica Amore a prima svista, insieme a Gwyneth Paltrow.

Dopo essere apparso in altre produzioni come il film The Jackal, la serie televisiva X-Files, la serie comedy Mr Show with Bob and David, nel 2000 gli si presenta l’occasione perfetta per farsi notare. Debuttando nel film Alta Fedeltà di Stephen Frears, le doti attoriali di Black vengono accolte positivamente dalla critica e da questo momento la sua carriera prende una crescita in completa salita. L’anno successivo recita come attore protagonista al fianco di Gwyneth Paltrow in Amore a prima svista dei fratelli Farrelly, film grazie al quale riceve una nomination ai Teen Choice Award e una notevole visibilità presso il pubblico. Con questa pellicola, Jack Black si dimostra più che a proprio agio ad interpretare il ruolo principale e, allo stesso modo, capace di tenere le redini di un film.

In seguito, recita come co-protagonista di Colin Hanks in Orange County, film non brillante ma che comunque ha permesso a Black di far parlare di sé. Durante le riprese stringe amicizia con lo sceneggiatore Mike White, al quale il suo caratteristico stile bizzarre attira talmente tanto da convincerlo a scrivere un film appositamente per lui. È così che nasce School of Rock. Il protagonista è Dewey Finn, un musicista emergente che per guadagnare qualche soldo si finge un supplente in una scuola media, ma ai suoi alunni insegnerà “a fare rock” giungendo a mettere su una vera e propria band.

Nel film campione di incassi e di critica School of Rock, Jack Black riveste il ruolo più iconico della sua carriera.

Il personaggio di Black rappresenta a pieno la sua istrionica personalità ma anche la sua smisurata passione per la musica che egli ha sempre coltivato parallelamente alla vita da attore, con particolare attenzione verso il genere rock e gruppi del carattere dei Led Zeppelin, AC/DC, Guns N’ Roses, The Who. Questo amore per la musica lo esprime sin dal 1993 grazie al duo chiamato i Tenacious D, in collaborazione con Kyle Gass. Il film riscuote un enorme successo al botteghino, attestandosi come una delle pellicole musicali per adolescenti più fruttuose di sempre, incassando circa 131 milioni di dollari ovvero tre volte il budget iniziale, e riscontrando ampia approvazione da parte della critica, dalla quale riceve moltissime recensioni positive.

“Questo è il miglior film della mia carriera” confessa Black in un’intervista riferendosi a School of Rock, il film che gli ha donato più notorietà e una nomination ai Golden Globe del 2004 come Miglior attore protagonista in una commedia o film musicale. Nello stesso anno inizia la carriera da doppiatore con il film Shark Tale, nel quale presta la propria voce al buono e vegetariano squalo Lenny. Sempre nel 2004 viene scelto da Peter Jackson per il remake di successo di King Kong, recitando accanto alla collega Naomi Watts e dimostrando anche le sue doti di attore drammatico.

Jack Black dà la voce al protagonista Po nel film d’animazione Dreamworks Kung Fu Panda.

Il periodo che va dal 2005 al 2011 è piuttosto sottotono rispetto ai ruoli da lui interpretati precedentemente e dagli esiti dei film a cui ha partecipato: a questi anni risalgono le commedie Nacho Libre,  Anno Uno e I fantastici viaggi di Gulliver, per il quale riceve addirittura la candidatura come peggior attore ai Razzie Award. L’unica nota positiva risale al 2008, quando Black prosegue la sua carriera da doppiatore e diventa il protagonista Po, un panda che sogna di poter fare kung fu, nel film d’animazione della DreamWorks intitolato Kung Fu Panda. L’incredibile trionfo del film ai botteghini di tutto il mondo convince gli studios a creare altri due sequel, che hanno richiesto il ritorno del cast originale e quindi di Black nei vesti dell’adorabile e simpatico panda.

Finalmente nel 2011, Jack riprende in mano la propria carriera offrendo una buonissima interpretazione a metà strada tra la commedia e il dramma nel film Bernie, basato su una storia vera, grazie alla quale si porta a casa la sua seconda nomination ai Golden Globe. Il film viene acclamato dalla critica, nello specifico il lavoro di squadra tra Black, Matthew McConaughey  e il regista Richard Linklater, con cui aveva già collaborato nel precedente citato School of Rock. Dopo diverse apparizioni in qualche serie tv, Jack ritorna nel 2015 sul grande schermo con l’adattamento cinematografico della serie narrativa di Piccoli Brividi, che si rivelerà un piccolo successo di botteghino incassando 23 milioni di dollari solo nella prima settimana di proiezione, rendendo così possibile la nascita di un sequel uscito nelle sale italiane la scorsa settimana.

Jack Black è il prof. Sheldon “Shelly” Oberon nel film Jumanji: Benvenuti nella giungla, uscito a inizio 2018.

All’inizio del 2018, Black è tornato in sala come protagonista della commedia d’avventura che funge da sequel al Jumanji del 1995, intitolato Jumanji: Benvenuti nella giungla, dove ha interpretato il corrispettivo di Bethany, la ragazza più popolare del liceo che si vede catapultata all’interno del famoso gioco nei panni di un cartografo in sovrappeso, un ruolo un po’ sopra le righe ma con cui Jack si è divertito molto e che riesce a interpretare in maniera brillante, rivelandosi la vera chiave di successo del film.

Lo scorso settembre, Jack ha finalmente ricevuto la sua stella sulla Hollywood Walk of Fame e ha annunciato che tra i suoi prossimi progetti ci saranno un nuovo capitolo della saga di Kung Fu Panda e un sequel di Jumanji, il quale si è rivelato sorprendentemente come un campione di incassi, specialmente presso il box office americano.

Ma nel frattempo, in occasione della notte di Halloween, potremo vedere Jack Black nel fantasy diretto da Eli Roth  Il mistero della casa del tempo, in cui egli veste i panni di uno stregone al fianco della splendida Cate Blanchett. Cosa dite, andrete a vedere al cinema l’ennesima prova di questo iconico attore dell’irriverente commedia americana?