L’archetipo di divo, nello star sistema hollywoodiano, ha subito un notevole cambiamento con l’emergere di uno degli attori più eclettici e trasformisti in assoluto al momento, ma anche famosi e amati, il quale ha contribuito a ridefinire il concetto stesso di star cinematografica nel panorama moderno e a influenzare l’immaginario collettivo e la cultura pop con i suoi personaggi. Stiamo parlando di Johnny Depp, al quale si può dire tutto tranne che non sia un grande talento 0recitativo(molto spesso frenato da scelte lavorative non troppo fortunate), tra gli interpreti più carismatici e versatili in circolazione, capace di stabilire sodalizi lavorativi con cineasti del calibro di Tim Burton, Terry Gilliam e Gore Verbinski e aver collaborato con Polanski, Craven, Jamursch e Michael Mann. La filmografia di Depp, tranne qualche scivolone tollerabile, rimane di alto livello, essendo riuscito con il suo grande camaleontismo e la forte presenza scenica a passare con disinvoltura da un ruolo all’altro, cambiando costantemente aspetto e personalità. Amante di ruoli eccentrici, stravaganti e completamente fuori dagli schemi, l’attore americano viene apprezzato dal grande pubblico forse più per questi che per altre interpretazioni magari più posate ma comunque di altissimo standard qualitativo. In occasione della sua partecipazione alla 72esima Mostra del Cinema di Venezia, proviamo a ripercorrere la carriera di questo grande attore, analizzando le sue migliori sette interpretazioni e scoprendo anche quelle rimaste maggiormente di nicchia.

77) La Maledizione della Prima Luna (2003)

Iniziamo questa carrellata con il ruolo più famoso e iconico di Johnny Depp, il Jack Sparrow della saga dei Pirati dei Caraibi, apice forse dell’eccentricità e della stravaganza dei personaggi interpretati dall’attore. L’interpretazione del capitano della Perla Nera può essere letta sotto un duplice punto di vista, fungendo da vero e proprio spartiacque nella carriera di Depp. Se da un lato gli ha dato ancora più ampia visibilità, lanciandolo come icona pop nell’immaginario collettivo, dall’altro lo ha fossilizzato in ruoli di questo genere, sempre folli e piuttosto sopra le righe, oltre a tenerlo legato al franchise per ben 5 film, con la conseguenza di sfociare sempre di più nella macchietta di se stesso e in una ridondanza fin troppo inutile (visto anche il progressivo calare di qualità delle pellicole della saga). Ma è indubbio l’enorme influenza ed importanza che ha avuto l’interpretazione di Johnny Depp ne “La Maledizione della Prima Luna” tanto nella sua filmografia (ricevendo addirittura una nomination come Miglior Attore Protagonista agli Oscar del 2003), quanto soprattutto per il grande pubblico, che tuttora associa la figura dell’attore al personaggio.

Back